FlashNews

Cefpas FlashNews 19 dicembre 2018

 
Servizio Comunicazione CEFPAS
Cefpas FlashNews 19 dicembre 2018
by Servizio Comunicazione CEFPAS - Wednesday, 19 December 2018, 5:15 PM
 


Cefpas FlashNews  19 dicembre 2018


I dirigenti e i collaboratori del CEFPAS desiderano porgere a Voi e alle Vostre famiglie i migliori Auguri per un Sereno Natale e un Felice Capodanno
vischio
Le nuove uscite di Cefpas FlashNews torneranno a gennaio 2019




Prevenzione e sani stili di vita: si è chiuso il Salus Festival 2018


SALUS FESTIVAL 2018CATANIA, 15 dicembre 2018 – Si è conclusa, il 15 dicembre scorso,  la quarta edizione del Salus Festival, la manifestazione nata con l'obiettivo di diffondere la cultura della salute e dei sani stili di vita, puntando sull'importanza della prevenzione. La manifestazione, promossa dall'assessorato regionale della Salute e dal Cefpas (Centro per la formazione permanente e l'aggiornamento del personale del servizio sanitario), si è chiusa ieri con la terza e ultima tappa di Catania, dopo quella di Palermo, la scorsa settimana, e i cinque giorni di Caltanissetta, a novembre.

In tanti hanno partecipato alla due giorni catanese, organizzata dall'Asp di Catania tramite il Dipartimento di Prevenzione, in collaborazione con l'Ufficio scolastico provinciale e regionale, che si è svolta giovedì 13 e venerdì 14 dicembre negli spazi del Polo fieristico “Le Ciminiere”. Circa 1.500 persone, tra cui almeno 1.000 alunni e diversi dirigenti scolastici provenienti da molte scuole secondarie di Catania e provincia hanno assistito a seminari, incontri e dibattiti, che hanno visto la partecipazione di numerosi operatori sanitari e professionisti della salute. Spazio anche a spettacoli teatrali e alle proiezioni dei cortometraggi del Salus Cine Festival, la rassegna cinematografica unica in Italia dedicata al cinema per la salute. Tanti gli argomenti trattati durante gli incontri: dal rapporto tra sport e salute, con alcuni rappresentanti del Catania Calcio, alla prevenzione del doping e delle tossicodipendenze; dalla promozione della salute, ai disturbi alimentari, fino agli incidenti domestici e stradali.

Diverse sono state, inoltre, le consulenze fornite gratuitamente ai cittadini da parte  degli specialisti presenti in sede: dagli screening ginecologici alle mammografie, a cui si è aggiunta la distribuzione dei kit della ricerca del sangue occulto nelle feci. La tappa catanese del Salus Festival si è conclusa nella Chiesa di San Michele Arcangelo ai Minoriti, in via Etnea, con il concerto del Coro e orchestra “Musicainsieme a Librino”, diretto da Alessandra Toscano, progetto che coinvolge centinaia di bambini e ragazzi tra i 6 e i 18 anni, provenienti da Librino e da altri quartieri a rischio di Catania.

Alla due giorni etnea hanno partecipato, tra gli altri, il commissario straordinario dell'Asp di Catania, Giuseppe Giammanco; il direttore del Dipartimento di Prevenzione, Antonio Leonardi e i direttori responsabili delle unità operative e dei servizi afferenti allo stesso Dipartimento. Presente anche Emilio Grasso, dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale di Catania, e Pier Sergio Caltabiano, direttore della formazione del Cefpas.

“L'Asp di Catania ha dato il suo contributo – ha commentato il commissario straordinario Giammanco – abbiamo messo a sistema le attività all'interno delle scuole, del mondo del lavoro, della prevenzione, abbiamo la possibilità di dimostrare come ci si può occupare di salute anche nei contesti più impensabili della vita quotidiana. Sono piccoli semi che piantiamo ogni giorno, pillole di pensieri positivi e di cambiamenti di stili di vita che domani ci faranno stare bene”.

“Siamo felici di essere stati tra i protagonisti di questa manifestazione, - ha detto Antonio Leonardi – . Abbiamo messo in movimento tutte le scuole della provincia, con la partecipazione di centinaia di studenti. Grazie all'impegno di tutto il dipartimento di prevenzione, in questi due giorni sono stati affrontati tutti gli argomenti del piano regionale della prevenzione 2014-2019, con l’obiettivo di promuovere e comunicare la salute non solo con incontri e seminari, ma anche tramite i linguaggi innovativi dell’arte nelle sue varie rappresentazioni; questo era il nostro obiettivo e pensiamo di averlo raggiunto. Crediamo che la formula innovativa del Salus Festival sia vincente, e lo abbiamo sperimentato con la grande partecipazione dei cittadini e degli operatori sanitari”.

 

Positivo anche il bilancio del Salus Festival a Palermo, che si è svolto il 6 e 7 dicembre. Anche in questo caso, diversi sono stati gli incontri che hanno coinvolto gli studenti del capoluogo e di altre scuole della provincia. In piazza Verdi, si sono svolte attività di counselling e promozione della salute, con screening gratuiti per la diagnosi precoce delle malattie croniche e tumorali, a cura degli operatori sanitari dell’Azienda sanitaria provinciale di Palermo. Sono stati effettuati diversi pap test e mammografie, con la distribuzione dei kit per il sof-test, utile alla prevenzione del tumore del colon retto.

La tappa nel capoluogo siciliano si è conclusa con il concerto della Massimo Kids Orchestra con la Marching Band, che si è svolto sulla scalinata del Teatro Massimo. Dopo lo spettacolo, la cerimonia di chiusura dei due giorni nel salottino del Palco reale, con la presenza, tra gli altri, di Maria Letizia Di Liberti, dirigente generale del Dipartimento per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico della Regione Siciliana (Dasoe) e di Daniela Segreto, dirigente del Servizio 5 dello stesso Dipartimento. “Fare prevenzione è importante, - ha detto Segreto – ma comunicarla è allo stesso modo importante, prevenire senza che ciò venga comunicato non avrebbe senso. Spero che il 2019 possa vedere una più ampia diffusione del Salus, con tante altre attività che possano portare la Sicilia ad essere l'unica regione in Italia, dove in una settimana possa celebrarsi  l'uguaglianza del diritto alla salute per tutti, senza alcuna distinzione”.

“Il Salus Festival – ha aggiunto Di Liberti – ha visto anche quest'anno una grande partecipazione, ed è stato pienamente raggiunto l'obiettivo auspicato dall'assessore alla Salute, Ruggero Razza. Di questo non posso che essere grata a tutti i miei collaboratori ed a coloro che si sono prodigati con grande spirito di abnegazione, alla perfetta riuscita di questa manifestazione. Ringrazio i funzionari del Dipartimento per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico che hanno lavorato sul progetto, così come i funzionari delle Asp di Caltanissetta, di Catania e di Palermo”.

Ma il Salus Festival, guarda già al futuro, con l'obiettivo di raggiungere altri luoghi della Sicilia. “Ci auguriamo che questa contaminazione positiva coinvolga sempre di più tutta la Regione – ha concluso il direttore della Formazione del Cefpas, Pier Sergio Caltabiano – e che il festival sia solo la parte finale di un percorso di progettazione che viva anche il resto dell'anno, arrivando nelle scuole, negli ospedali e nelle famiglie, affinché la salute continui ad essere un valore sempre più importante per la società”.

Addetto stampa Salus Festival Giulio Giallombardo, giulio.giallombardo@virgilio.it

 

 

 

Al via la nuova edizione del corso di Formazione manageriale per Direttore di Struttura Complessa – Edizione Catania


managerProgrammato il 30 e il 31 gennaio 2019, con l’attivazione del primo modulo, l’avvio della nuova edizione del corso per Direttore di Struttura Complessa di area ospedaliera e territoriale rivolta a quanti abbiano presentato domanda.

Il corso è finalizzato allo sviluppo di competenze specifiche, indispensabili per governare la complessità e per sostenere i processi di cambiamento culturale e organizzativo sanciti dalla Legge Regionale n. 5/2009 di riforma del Servizio sanitario siciliano.

Il programma formativo per Direttore di Struttura Complessa, articolato in 9 moduli per complessive 23 giornate pari a 160 ore d’aula, ha l’obiettivo di fornire conoscenze tecniche e strumenti per leggere ed interpretare gli indicatori sociali, economici, politici e legislativi che influenzano le aziende sanitarie; analizzare problematiche organizzative e gestionali legate alla direzione di una struttura operativa; utilizzare gli strumenti manageriali per lo sviluppo di una struttura sanitaria.

Giulia Maggiore, maggiore@cefpas.it

 

 

 

La Formazione a Distanza e l’E-learning al CEFPAS


CEFPAS eLearningSono già disponibili per l’iscrizione online  attraverso il Portale Formazione all’indirizzo http://formazione.cefpas.it/course/index.php?categoryid=27 le iniziative formative Fad/E-Learning del CEFPAS in erogazione nel 2019.

Titolo corso

Durata

Data erogazione

Aggiornamento Obbligatorio in tema di "Salute E Sicurezza negli Ambienti Di Lavoro" Per Lavoratori, Preposti E Dirigenti

TERMINE PER L’ISCRIZIONE: 1 marzo 2019

6 ore online

14 marzo – 16 maggio

Corso di Formazione per Preposti, in modalità BLENDED

TERMINE PER L’ISCRIZIONE: 15 marzo 2019

4 ore online e 4 ore in  aula

28 marzo – 30 maggio

(attività residenziale:  data da definire) 

Comunicare Con Assertività Nel Sistema Salute

TERMINE PER L’ISCRIZIONE: 6 maggio 2019

10 ore online

9 maggio – 11 luglio

 

Trasparenza Amministrativa E Anticorruzione. Adempimenti E Responsabilità – CORSO NEW

TERMINE PER L’ISCRIZIONE: 24 maggio 2019

9 ore online

20 settembre – 20 novembre

Salute E Sicurezza Negli Ambienti Di Lavoro Per Dirigenti 

TERMINE PER L’ISCRIZIONE: 16 settembre 2019

16 ore online

23 settembre – 28 novembre 

Gli operatori iscritti riceveranno in posta elettronica le credenziali e le  modalità di accesso alla piattaforma Cefpas E-Learning il giorno di avvio del percorso FAD/E-L.

Maura I. Cascio, cascio@cefpas.it

 

 

 

Concluso, all’ASP di Catania, il progetto: “Minore maltrattato, famiglia maltrattante”


Maltrattamento minori - altalena vuotaSi e' concluso lo scorso 14  dicembre presso l'Ospedale di Acireale, il progetto "Minore maltrattato , famiglia maltrattante: costruire percorsi integrati  di cura del minore e di recupero della responsabilità genitoriale" rivolto a circa 60 operatori sanitari dell'ASP di Catania impegnati a vario livello, in interventi di tutela dei minori vittime di abuso e maltrattamento che hanno repso parte al percorso in house del CEFPAS da  gennaio a settembre 2018.

Nel corso del convegno conclusivo, ha introdotto i lavori Luigi Raciti, tutor didattico del percorso formativo e psicoterapeuta - referente del gruppo MTA "La Ginestra" dell'ASP di Catania – che ha delineato le future prospettive emerse dall'esperienza formativa. 

Il direttore della formazione del Cefpas, Pier Sergio Caltabiano, ha approfondito il valore della formazione nel processo della relazione d'aiuto e l'importanza  dello sviluppo delle competenze dei professionisti della salute che vogliano vivere il proprio lavoro con una motivazione intrinseca e come una “missione verso l'Altro”,  in considerazione dei destinatari rappresentati dai minori abusati e maltrattati.

L'intervento della psicoterapeuta Gloria Soavi - presidente  CISMAI - sul tema del valore dei percorsi di cura nella complessità delle azioni di tutela dei bambini, ha evidenziato l'importanza dell'integrazione degli “sguardi”, dei saperi e delle  competenze, uniti da una visione d'insieme   per l'efficacia degli interventi.  Nel corso della relazione la dott.ssa Soavi ha poi  commentato quanto prodotto dai gruppi di lavoro cui era stato affidato un  chiaro e specifico ambito di miglioramento rilevando come la metodologia sia stata efficace nell’elicitare proposte di lavoro integrate per la presa in carico dei casi complessi. Positiva anche la valutazione sulla collaborazione con l'Autorità  giudiziaria competente e sull'Unità di Valutazione Multidisciplinare dei casi, fra chi si occupa di adulti e chi di minori.
Eleonora Indorato, coordinatrice del progetto, ha illustrato la metodologia didattica  e la costruzione dei modelli operativi condivisi. In conclusione, le partecipanti al programma formativo Dorotea Agosta, M. Luisa Alioto e Cristina La Rosa, psicologhe e psicoterapeute,  hanno presentato la sintesi delle l'attività condotte dai gruppi di lavoro.

Nei prossimi mesi gli organizzatori amplieranno il raggio di azione del progetto che si aprirà a una nuova prospettiva con l’intento di potenziarne ulteriormente le ricadute operative e i benefici in termini di salute.

Ilenia Parenti, parenti@cefpas.it

 

 

 

Conclusa al CEFPAS la seconda edizione dell’Executive Master “le buone pratiche nel trattamento dei disturbi del comportamento alimentare”


Si è conclusa con successo il 18 dicembre la seconda edizione dell’Executive Master “Le buone pratiche nel trattamento dei disturbi del comportamento alimentari”, con referente scientifico la dr.ssa Laura Dalla Ragione .

All’Open session su “La prevenzione nei disturbi del comportamento alimentare” erano presenti la dr.ssa Denise Giacomini del Ministero della Salute, che ha tenuto una Lectio magistralis su “Azioni del MdS per le politiche sanitarie in ambito Disturbi della nutrizione e dell’alimentazione”; il prof. Ignazio Senatore Lectio Università Federico II di Napoli, che ha tenuto magistralis su “Lo sguardo che ascolta: cinema, mass media e DCA”;  le associazioni delle famiglie Santa Alfonzetti - Associazione per Adriana (Catania) e Maria Piana - Associazione Stella Danzante (Catania). La sessione si è conclusa con l’intervento del Direttore della formazione dott. Pier Sergio Caltabiano e la cerimonia di consegna degli attestati ai 44 partecipanti del master provenienti da tutta la Sicilia.

DCA CEFPAS 2018
 
Daniela Giordano, giordano@cefpas.it

 

 

 

Al CEFPAS, il 5 dicembre, il Kick-Off del meeting del Programma Regionale Allattamento


Allattamento al seno - Una Donna allatta il proprio bambinoMercoledì 5 dicembre, al CEFPAS, ha avuto luogo il kick-off  del meeting del Programma  Regionale Allattamento, realizzato nell’ambito del Piano Regionale della Prevenzione 2014-2018; Macro obiettivo 1 – Azione “Promozione dell’allattamento al seno” (D.A. n. 597/2017).

L’evento, rivolto alle Direzioni Strategiche e ai Componenti dei Gruppi di lavoro multidisciplinari costituiti nelle Aziende del SSR, è stato finalizzato alla condivisione delle azioni e degli interventi da mettere in campo per convergere verso il raggiungimento degli obiettivi e degli indicatori previsti dal Programma Regionale.

Le motivazioni e gli indirizzi operativi del Programma Regionale Allattamento sono stati descritti da Daniela Segreto – Dirigente Servizio 5 “Promozione della salute, Prevenzione malattie professionali e degli infortuni sul lavoro"  DASOE Assessorato della Salute Regione Siciliana.

Giuseppe Canzone – Direttore U.O.C. Ostetricia e Ginecologia P.O. “S. Cimino” Termini Imerese, Direttore Sanitario F.F. P.O. “S. Cimino” Termini Imerese ASP di Palermo – ha poi illustrato la logica ed i vincoli della Policy aziendale per la protezione, la promozione e il sostegno dell’Allattamento. Riguardo la peculiarità degli strumenti del gruppo di lavoro Giuseppe Giordano – Dirigente U.T.I.N. - Neonatologia con STEN Ospedale “V. Cervello” AO Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello Palermo – ha illustro il portale Allattamenti Riuniti. Maria Paola Ferro e Achille Cernigliaro - Servizio 9 “Sorveglianza ed epidemiologia valutativa”  DASOE Assessorato della Salute Regione Siciliana – hanno concluso la giornata con la presentazione dell’organizzazione del Programma Formativo della Regione Siciliana e del  Piano di Valutazione.

Il vivace dibattito ha permesso di contestualizzare ulteriormente e chiarire gli intenti del programma formativo che sarà avviato, nelle diverse province, fin dai primi mesi del 2019 per gli operatori “dedicati” nell’ambito dei Servizi Ospedalieri e Territoriali (Pediatri Ospedalieri, Neonatologi,Ginecologi, Ostetriche, Infermieri, Puericultrici, Pediatri di libera scelta e Psicologi).

Ilenia Parenti, parenti@cefpas.it

 

 

 

Conclusa la prima fase delle attività del Programma regionale di formazione "Paziente esperto e consapevole”


Paziente esperto - Stretta di mano tra paziente e operatore sanitarioLo scorso 30 novembre si è conclusa la prima fase della formazione di primo livello del Programma regionale di formazione Paziente esperto e consapevole. Formazione di promotori di salute per la gestione efficace efficiente e patient-centred delle patologie croniche, avviata lo scorso  29 gennaio, presso la sede del CEFPAS.

Nell’ambito del Progetto Obiettivo di PSN 201, Linea progettuale 10, Valorizzazione dell’apporto del volontariato, il progetto, rivolto a operatori individuati da quasi tutte le AA.SS.PP. della Regione, è stato finalizzato a formare una rete di infermieri promotori di salute per la gestione efficace, efficiente e patient-centred delle patologie croniche, con particolare riferimento allo scompenso cardiaco, diabete e  BPCO.

Il programma ha previsto la partecipazione di tre moduli residenziali, sviluppati su due linee di intervento, che hanno puntato da una parte al supporto all’Empowerment del paziente cronico e dall’altro al potenziamento delle attività degli ambulatori infermieristici della regione, mediante una proposta di progettualità condivisa e coordinata.

A questo punto del programma tutti gli infermieri, suddivisi in gruppi aziendali, stanno sviluppando il progetto che rappresenterà un prodotto dell’attività formativa da perfezionare durante la giornata di follow up, programmata nel 2019.

Ilenia Parenti, parenti@cefpas.it

 

 

 

© CEFPAS 2005 - 2018 www.cefpas.it
Tutti i diritti riservati

CEFPAS
Centro per la Formazione Permanente e l'Aggiornamento del Personale del Servizio Sanitario
Cittadella Sant'Elia - via G. Mulè, 1 - 93100 Caltanissetta
tel. 0934.505215-229 fax 0934.591266 P.IVA 01427360852

Questa mail è parte integrante dei servizi offerti da formazione.cefpas.it riservata agli utenti registrati. Se non desideri più ricevere la newsletter del CEFPAS, ai sensi del D. Lgs. 196/2003 - art. 7, fai clic su questo link.