FlashNews

Cefpas FlashNews 16 maggio 2019

 
Servizio Comunicazione CEFPAS
Cefpas FlashNews 16 maggio 2019
by Servizio Comunicazione CEFPAS - Thursday, 16 May 2019, 1:52 PM
 
Questa mail è parte integrante dei servizi offerti da formazione.cefpas.it riservata agli utenti registrati. Se non desideri più ricevere la newsletter del CEFPAS, fai clic su questo link.


Cefpas FlashNews  16 maggio 2019





Aperte le iscrizioni al Seminario ECM “Progetto CCM in Regione Sicilia. Le priorità di Salute e gli interventi efficaci per la prevenzione delle malattie croniche” a Palermo


È già possibile iscriversi dal portale del CEFPAS (Area Prevenzione e Promozione della Salute http://formazione.cefpas.it/course/view.php?id=2691) al Seminario ECM Progetto CCM in Regione Sicilia. Le priorità di Salute e gli interventi efficaci per la prevenzione delle malattie croniche che si terrà il 19 giugno a Palermo presso l’hotel “Ai Cavalieri”.

Il seminario, promosso dall’Assessorato regionale della Salute - Servizio 9 Sorveglianza ed epidemiologia valutativa e organizzato dal CEFPAS ha l’obiettivo di approfondire e descrivere l’esperienza del Laboratorio di Prevenzione, avviato  della regione Piemonte e in corso di sperimentazione anche in Sicilia , grazie all’accordo con il Ministero della Salute per l’attuazione del progetto CCM 2017 “Scegliere le priorità di salute e selezionare gli interventi efficaci per prevenire il carico delle malattie croniche non trasmissibili” all’interno del programma del Centro Controllo Malattie (CCM) per l’anno 2017, nell’ambito delle “Patologie non trasmissibili”, linea progettuale 4.

Ente esecutore del progetto è l’A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino  - SSD - Epidemiologia e screening - CRPT. Il coordinatore scientifico del progetto nazionale è il dott. Carlo Senore e sei sono le Unità Operative  - tra Piemonte, Toscana, Lazio e Sicilia  - che opereranno per la realizzazione delle attività del progetto.

In Sicilia, l’Unità Operativa 5 è rappresentata dal Servizio 9 Sorveglianza ed epidemiologia valutativa  - DASOE e dal CEFPAS e il referente scientifico è il dott. Salvatore Scondotto.

Il Laboratorio di Prevenzione ha l’obiettivo di orientare gli interventi di prevenzione delle malattie cronico degenerative sulla base della loro efficacia e del loro impatto sulla spesa sanitaria e con riferimento alle azioni di governance del Piano di Prevenzione Regionale (PRP). Si tratta di un’ iniziativa multidisciplinare che coinvolge operatori della sanità pubblica e molti stakeholders per la valorizzazione delle strategie di prevenzione nelle rispettive agende e piani di attività. In particolare, il Laboratorio di Prevenzione ha sperimentato una metodologia per indirizzare risorse e competenze disponibili sul territorio al fine della realizzazione di piani di intervento per la prevenzione che siano sostenibili e realizzabili attraverso l’identificazione di priorità di salute e di efficacia degli interventi.

Per tali motivi, il Laboratorio di prevenzione della Regione Piemonte è stato preso a modello per la diffusione nelle altre regioni d’Italia e rappresenta uno strumento per l’elaborazione del prossimo Piano Nazionale di Prevenzione.

Nel corso del Seminario del 19 giugno a Palermo sarà poi approfondito e descritto lo stato dell’arte dei Progetti del Piano di Prevenzione (PRP) della Regione Siciliana in ambito di promozione della salute, in collaborazione con i referenti regionali e saranno illustrati i risultati di un primo censimento delle risorse e dei progetti del piano di prevenzione nell’ambito della promozione della salute. La partecipazione è gratuita per tutti i dipendenti del SSR.

Valentina Botta  botta@cefpas.it ; Ilenia Parenti parenti@cefpas.it

 

 

 

 

FORUM PA 2019, Roma 14-16 maggio


Comunicato Stampa Ufficio Stampa FORUM PA 2019

La manifestazione dedicata all’innovazione e alla sostenibilità nella Pubblica Amministrazione compie 30 anni. Filo conduttore di questa edizione, la PA che crea “valore pubblico” per il Paese

Tra gli ospiti confermati il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, i Ministri Giovanni Tria, Elisabetta Trenta, Giulia Bongiorno, i Sottosegretari Giancarlo Giorgetti, Vito Crimi, Andrea Cioffi, Mattia Fantinati, Claudio Cominardi, Vicenzo Zoccano e Angelo Tofalo. il Commissario per l’Agenda Digitale Luca Attias, il Direttore Generale di AgID Teresa Alvaro, la Sindaca di Roma Virginia Raggi, il Presidente INPS Pasquale Tridico e il Presidente ANPAL Domenico Parisi

Roma, 8 maggio 2019 – La trasformazione digitale come strumento per una gestione collaborativa, trasparente e partecipata della cosa pubblica, una PA capace di sfruttare le nuove tecnologie per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 e migliorare la qualità della vita dei cittadini. Sono i temi al centro della trentesima edizione del FORUM PA, la manifestazione sull’innovazione e la sostenibilità nella Pubblica Amministrazione organizzata da FPA, società del gruppo Digital360, in programma dal 14 al 16 maggio al Roma Convention Center “La Nuvola”.

La manifestazione – organizzata con il supporto di AWS Intel, Cisco, DXC Technology, Vodafone Business e ACI – ospiterà tre giorni di convegni tematici, workshop, momenti di formazione e persino spettacoli, con momenti di confronto sulle nuove frontiere dell’innovazione digitale, come la sicurezza informatica, l’Internet of Things, la blockchain, il cloud, l’intelligenza artificiale, e sui temi strategici per la modernizzazione della PA e del Paese, come l’agenda urbana condivisa, le nuove frontiere del lavoro pubblico e gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.

Il primo giorno del FORUM PA 2019, martedì 14 maggio, con apertura di Virginia Raggi, Sindaca di Roma Capitale, ospiterà una conferenza sul tema della PA collaborativa con Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FPA, Gianni Dominici, Direttore Generale di FPA, e Andrea Rangone, Ceo di Digital360. La Ministra per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno si confronterà sulla sfida della modernizzazione del settore pubblico con gli omologhi Ministri della Funziona pubblica della Spagna Meritxell Batet Lamañae del Regno Unito Oliver Dowden. L’evento di apertura sarà anche l’occasione per presentare l’annuale ricerca sul pubblico impiego realizzata da FPA: una fotografia su numero, età, retribuzioni, competenze dei dipendenti pubblici. Nel pomeriggio – tra gli altri – interverranno i Sottosegretari Giancarlo Giorgetti, Vito Crimi e Claudio Cominardi, oltre al Presidente INPS Pasquale Tridico e al Presidente ANPALDomenico Parisi.

Il secondo giorno di FORUM PA, mercoledì 15 maggio, sarà dedicato all’innovazione sostenibile con gli interventi del Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria e del Portavoce dell’Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile Enrico Giovannini, e la premiazione dei progetti del “Premio PA sostenibile: 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030”. Ma si parlerà anche di sicurezza informatica con ilSottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo, mentre la Ministra per la PA Giulia Bongiorno interverrà alla Conferenza nazionale dei Responsabili della Transizione Digitale. Nel pomeriggio parteciperanno Luca Attias, Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale e Giovanni Tria, Ministro dell’Economia e delle Finanze, il Sottosegretario allo Sviluppo economico Andrea Cioffi, il Sottosegretario per la Pubblica Amministrazione Mattia Fantinati e il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Vito Claudio Crimi.

La giornata finale, giovedì 16 maggio, si aprirà con l’intervento del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte al convegno sulla governance della trasformazione digitale, insieme al Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale Luca Attias e al Direttore Generale AgID Teresa Alvaro. Sarà presente la Ministra della Difesa Elisabetta Trenta, mentre Vincenzo Zoccano, Sottosegretario di Stato per la famiglia e le disabilità, discuterà di tecnologie per l’inclusione sociale. In conclusione, il Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale Luca Attias lancerà un Manifesto per una Repubblica digitale aperta, partecipata e inclusiva.

L’ingresso alla manifestazione è libero e gratuito, ma è necessario accreditarsi e iscriversi ai singoli eventi.

 

 

 

FORUM PA 2019: il CEFPAS presente alla manifestazione


Il Direttore della Formazione del CEFPAS, Pier Sergio Caltabiano, è intervenuto al FORUM PA nel pomeriggio del 15 maggio 2019 , nell’ambito del Convegno  Verso una strategia nazionale sulle competenze dei dirigenti pubblici.  Durante la sessione è stato anche presentato lo stato dell'arte del progetto Competenze digitali per la PA con il relatore Elio Gullo, Direttore dell'Ufficio per l'innovazione e la digitalizzazione. Presente anche Mattia Fantinati, Sottosegretario per la Pubblica amministrazione. Abbiamo chiesto al Direttore Caltabiano di comunicarci una breve sintesi del suo intervento che vi riportiamo di seguito: <<Le competenze sono un concetto dinamico che va declinato sui vari saperi, come le conoscenze e le capacità e quelle che invece rappresentano gli atteggiamenti. Queste sono un concetto dinamico che deve essere coniugato rispetto alle varie epoche delle organizzazioni, soprattutto se è una pubblica amministrazione. In questo senso, nell’era digitale occorre che i manager, i funzionari e i responsabili dei servizi della PA si adeguino al cambiamento. Quello che sta avvenendo in Italia è particolarmente significativo, in quanto a livello anagrafico fra i 32 paesi dell’OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) l’Italia è quello che ha la popolazione dei pubblici dipendenti più anziana in assoluto. Infatti,  di fronte ad una media del 18%  dei paesi dell’OCSE,  i dipendenti della PA under 35 sono solamente il 2%; di fronte ad una media del 22% dei paesi dell’OCSE, i dipendenti over 54 sono il 45%. Questo gap determina a livello internazionale - perlomeno dei  32 paesi dell’OCSE -  il fatto che per almeno 12 anni noi avremo comunque la popolazione più anziana della PA. Quindi, il vero cambiamento non può limitarsi all’assunzione di nuove figure giovani, perché questo gap non potrebbe vedere un riallineamento in tempi brevi. Occorre, invece, motivare le figure già inserite dentro la PA con percorsi di formazione che non possono essere come il progetto Syllabus “Competenze digitali per la PA”,  del Dipartimento della Funzione Pubblica, attivato attualmente solo riferito a conoscenze e capacità - a sapere e al saper fare. Per potere sviluppare apprendimenti sedimentati nel tempo, bisogna investire in emozione e motivazione, in concetti che portino le persone a creare un desiderio di diventare figure competenti a livello digitale. Il desiderio in persone  over 50 naturalmente è più difficile da far generare ma la vera scommessa è appunto  determinata da questo tipo di sfida formativa che le pubbliche amministrazioni devono cogliere. Di fatto il network  a livello di  e-leadership e self e-leadership, di autoconsapevolezza nell’epoca digitale, deve passare nel processo per cui i pubblici dipendenti devono entrare in una logica di volontà e desiderio di apprendere delle nuove competenze che sono funzionali per vivere e per integrarsi meglio all’interno dei propri luoghi di lavoro. Per raggiungere tale risultato, in conclusione, occorre contaminare processi emozionali e desideranti con quelle che sono le competenze tecnico-professionali>>.

Ilenia Parenti, parenti@cefpas.it     

 

 


 

 

 

© CEFPAS 2005 - 2019 www.cefpas.it
Tutti i diritti riservati

CEFPAS
Centro per la Formazione Permanente e l'Aggiornamento del Personale del Servizio Sanitario
Cittadella Sant'Elia - via G. Mulè, 1 - 93100 Caltanissetta
tel. 0934.505215-229 fax 0934.591266 P.IVA 01427360852

Questa mail è parte integrante dei servizi offerti da formazione.cefpas.it riservata agli utenti registrati. Se non desideri più ricevere la newsletter del CEFPAS, fai clic su questo link.