FlashNews

Cefpas FlashNews 21 marzo 2019

 
Servizio Comunicazione CEFPAS
Cefpas FlashNews 21 marzo 2019
by Servizio Comunicazione CEFPAS - Thursday, 21 March 2019, 2:30 PM
 








"Epidemiologia e letteratura: un viaggio nella biblioteca del tempo”: Il Cefpas al Convegno AIE Primavera 2019 


Il CEFPAS ha collaborato in qualità di provider ECM alla realizzazione del Convegno organizzato dall’Associazione Italiana di Epidemiologia (AIE), dedicato alla diffusione scientifica delle conoscenze e dei modelli dell’epidemiologia italiana, con un focus tra passato, presente e futuro.

I responsabili scientifici dell’evento, Salvatore Scondotto, Francesco Forastiere e Andrea Micheli, hanno sottolineato l’importanza di valorizzare l’esperienza e le strategie del passato, al fine di gestire al meglio le sfide future e tenere il passo con i rapidi cambiamenti della ricerca scientifica in campo epidemiologico.

La prima sessione è stata dedicata al ruolo della comunicazione scientifica come strumento di prevenzione e promozione della salute.

Pietro Greco, giornalista scientifico e scrittore, ha evidenziato il diritto del cittadino di compartecipare alle scelte di salute e l’importanza dell’alleanza tra la comunità scientifica e i comunicatori/giornalisti, per garantire il diritto di “cittadinanza scientifica” attraverso un’informazione corretta e responsabile.

Giancarlo Sturloni, comunicatore della scienza, ha sottolineato l’importanza della “trasparenza” nella comunicazione del rischio, che deve essere basata sulla partecipazione e sul principio della fiducia da parte del cittadino. Nella comunicazione del rischio, l’obiettivo non è eliminare i conflitti, ma evitare la loro polarizzazione per non bloccare qualunque processo decisionale.

Sono state poi riprese le fasi del modello del Risk Perception and Communication Unplagged di Baruch Fischhoff (1995), che sottolineano ciò che si deve garantire nella comunicazione del rischio alle persone, e cioè:

-        trovare i numeri giusti

-        comunicare i numeri

-        spiegare che cosa intendiamo con i numeri

-        mostrare loro che hanno accettato simili rischi in passato

-        mostrare che è un buon affare per loro

-        trattarli gentilmente

-        renderli partner

 

Lavorare in maniera coordinata e partecipata rappresenta dunque una strategia vincente.

Anche Roberta Villa, medico e giornalista, in riferimento alla vaccinazione, ha rilevato quanto incida la comunicazione nelle scelte dei cittadini. Spesso una comunicazione aggressiva amplifica l’allarme, sviluppa la paura, polarizza l’attenzione principalmente sugli aspetti negativi, diffondendo fake news.

E’ importante quindi, evitare la denigrazione, rinforzare i comportamenti preventivi e protettivi della salute, e utilizzare i social network per diffondere messaggi positivi e semplici, ancorando le informazioni corrette.

Nel corso delle due giornate è stato dato ampio spazio, grazie anche all’apporto delle giovani leve di AIE Giovani, alle riflessioni sulla raccolta, analisi e sintesi dei dati. Tra gli strumenti e modelli oggetto del confronto “casual inference” e “citizen science”.

Ha concluso i lavori congressuali un focus sull’evoluzione del pensiero scientifico negli ultimi 50 anni, tra presente, passato e futuro. Nella sua lectio magistralis, Paolo Vineis, professore di epidemiologia presso l'Imperial College London, si è soffermato sulla differenza di approccio tra le indagini epidemiologiche del passato, relative alle malattie infettive spesso monocausali, e quelle che interessano le malattie croniche non comunicabili, nelle quali la loro multifattorialità causale rende complesso il piano di ricerca aprendo la prospettiva alle indagini molecolari.

 

Letizia Drogo, drogo@cefpas.it; Eleonora Indorato, indorato@cefpas.it; Maria Luisa Zoda, zoda@cefpas.it           

 

 

 

 

Al Cefpas il convegno “La denatalita’ nel III millennio: aspetti epidemiologici e azioni di fronteggiamento”


Si terrà domani, 22 Marzo 2019, presso la sede del CEFPAS di Caltanissetta il convegno: “La denatalità nel III millennio: aspetti epidemiologici e azioni di fronteggiamento”,  destinato a tutti i professionisti socio-sanitari, (medici, infermieri, psicologi, ostetrici, assistenti sociali), agli amministratori locali, nonché agli insegnanti e a tutti coloro che sono interessati ad approfondire i temi della tutela della salute riproduttiva e della denatalità.

L’Italia è tra i paesi dove nascono meno bambini al mondo. L’indice di fecondità (numero di figli per donna in età fertile) è 1,34, e siamo con la Spagna il fanalino di coda in Europa. Secondo le ultime previsioni Eurostat, sulla base dei trend attuali, nel 2050 nasceranno appena 375 mila bambini, il rischio è che la famiglia italiana sarà completamente ridefinita.

Stiamo diventando un Paese con prevalenza della popolazione anziana. Di questo passo il welfare diventerà insostenibile. Già oggi il rapporto tra la popolazione in età inattiva su quella attiva è del 55%. Quali possono essere le azioni da mettere in campo per invertire questa tendenza? Come hanno affrontato questi aspetti gli altri paesi Europei?

Questi gli argomenti che saranno trattati nel convegno. Le attività saranno condotte in collaborazione con la Rete per la Fertilità costituitasi nel territorio di Caltanissetta, con la finalità di perseguire gli obiettivi previsti dal Piano per la Fertilità emanato nel Maggio 2015 dall’allora  Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Saranno presenti Roberto Sanfilippo - Direttore del CEFPAS, Alessandro Caltagirone - Commissario Straordinario dell’ASP di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo - Sindaco di Caltanissetta, Giovanni D’Ippolito - Presidente Ordine dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri di Caltanissetta, Pier Sergio Caltabiano - Direttore della Formazione CEFPAS, Annalisa Busetta e Fabio Lo Verde dell‘Università degli  Studi di Palermo, Luca Girardi - Dirigente Ufficio Scolastico Ambito territoriale per la provincia di Caltanissetta –Enna, Salvatore Scondotto - Dirigente Servizio 9 Sorveglianza ed epidemiologia valutativa – DASOE Assessorato della Salute, Giovanna Garofalo dell’Associazione Casa Famiglia Rosetta

Modera i lavori Maria Daniela Falconeri – Dirigente medico CEFPAS

Concluderanno i lavori gli Assessori Ruggero Razza - Assessore Regionale alla Salute, Bernadette Grasso - Assessore Regionale alle Autonomie Locali e alla Funzione Pubblica, Antonio Scavone - Assessore Regionale alla Famiglia, Politiche Sociali e Lavoro

La partecipazione è aperta a tutti. E’ anche possibile iscriversi tramite il portale del CEFPAS formazione.cefpas.it (Catalogo/ Area prevenzione e promozione della salute). L’attività è accreditata ECM per Tutte le Figure Professionali e per la figura dell’assistente sociale  al CROAS.

 

Letizia Drogo, drogo@cefpas.it         

 

 

© CEFPAS 2005 - 2018 www.cefpas.it
Tutti i diritti riservati

CEFPAS
Centro per la Formazione Permanente e l'Aggiornamento del Personale del Servizio Sanitario
Cittadella Sant'Elia - via G. Mulè, 1 - 93100 Caltanissetta
tel. 0934.505215-229 fax 0934.591266 P.IVA 01427360852

Questa mail è parte integrante dei servizi offerti da formazione.cefpas.it riservata agli utenti registrati. Se non desideri più ricevere la newsletter del CEFPAS, ai sensi del D. Lgs. 196/2003 - art. 7, fai clic su questo link.