FlashNews

Cefpas FlashNews 27 febbraio 2019

 
Servizio Comunicazione CEFPAS
Cefpas FlashNews 27 febbraio 2019
by Servizio Comunicazione CEFPAS - Wednesday, 27 February 2019, 2:01 PM
 


Cefpas FlashNews  27 febbraio 2019





Aperte le iscrizioni ai corsi ACLS


Sono aperte le iscrizioni ai corsi ACLS - Supporto Vitale Cardiovascolare Avanzato - American Heart Association che si svolgeranno a partire dal primo semestre del 2019, presso il Centro di Simulazione, CEMEDIS, del CEFPAS, Centro di Formazione Internazionale American Heart Association.

Il Supporto vitale cardiovascolare avanzato (ACLS) si basa sul BLS (supporto vitale di base), con un'enfasi particolare sull'importanza di una RCP (rianimazione cardiopolmonare) continua e di alta qualità. Attraverso istruzioni pratiche e casi simulati, gli operatori miglioreranno le loro competenze nel riconoscimento e intervento in casi di arresto cardiopolmonare, nelle condizioni dell'immediato post-arresto cardiaco, aritmia acuta, stroke e sindromi coronariche acute, con particolare enfasi sulle dinamiche interattive del lavoro di squadra durante la gestione avanzata del paziente critico.

I corsi sono rivolti a operatori sanitari (Medico chirurgo - tutte le discipline, Infermiere) che coordinano o partecipano alla gestione dell'arresto cardiopolmonare o di altre emergenze cardiovascolari, incluso il personale del sistema di risposta all'emergenza, di medicina d'urgenza e di terapia intensiva.

L’attività formativa, della durata di 2 giornate per complessive 16 ore, ha come obiettivo la formazione finalizzata a fornire istruzioni pratiche e metodologiche per riconoscere ed affrontare i principali casi di arresto cardiopolmonare, nelle condizioni dell'immediato post-arresto cardiaco, aritmia acuta, stroke e sindromi coronariche acute per migliorare gli esiti nei pazienti adulti vittime di arresto cardiaco di altre emergenze cardiopolmonari attraverso il riconoscimento precoce ed interventi eseguiti dal team ad alte prestazioni.

Per iscriversi al corso è necessario registrarsi sul “Portale Formazione” del CEFPAS accedere al Catalogo, e, tramite l’Area Centro di Simulazione, entrare nella scheda del corso “ACLS AHA - Supporto Vitale cardiovascolare avanzato”.

Gli utenti già registrati potranno accedere tramite le proprie credenziali ed iscriversi direttamente al corso “ACLS AHA - Supporto Vitale cardiovascolare avanzato”.

Il corso è gratuito per il personale dipendente a tempo indeterminato delle Aziende pubbliche del Servizio Sanitario della Regione Siciliana, per il personale dipendente a tempo determinato appositamente segnalato dall’Azienda di appartenenza e per il personale medico, convenzionato a tempo indeterminato, operante nel SUES 118, fatti salvi i costi sostenuti per il materiale che sarà fornito prima dell’inizio dell’attività (e-book manuale per operatore ACLS e Pocket Mask per RCP) il cui importo è di € 60,00.

Per il personale esterno al SSR la quota prevista è di € 350,00.

La partecipazione al corso ACLS è subordinata al possesso di una certificazione non scaduta (conseguita negli ultimi due anni) di un corso BLS Provider. In assenza di quest'ultima, l'iscrizione non potrà essere accettata.

I corsi sono accreditati ECM e ai partecipanti che raggiungeranno un adeguato score di valutazione (test teorico e prove pratiche) verrà rilasciata una eCard di Esecutore ACLS dell'American Heart Association, con validità di 2 anni, riconosciuta a livello nazionale ed internazionale.

Per ulteriori informazioni, è possibile inviare una e-mail al seguente recapito cemedis@cefpas.it

 

Francesca Di Gregorio, di gregorio@cefpas.it          

 

 

 

 

La Tecnica dell’Approccio Variabile in Riabilitazione: tra intuito e sapere scientifico


Al CEFPAS. da oggi al primo marzo, realizziamo il corso La Tecnica dell’Approccio Variabile in Riabilitazione: tra intuito e sapere scientifico,  rivolto a Fisiatri, Ortopedici, Fisioterapisti e Terapisti della Neuro e Psicomotricità dell'Età Evolutiva.

L’iniziativa formativa, alla sua seconda edizione, mira a sviluppare le conoscenze e competenze dei partecipanti rispetto alla tecnica "Approccio Variabile", sia con riferimento agli aspetti neurologici alla base della tecnica che agli aspetti tecnici delle manovre, imparando a riconoscere i diversi campi di applicazione. 

Nella fisioterapia tradizionale tanto ortopedica quanto neurologica” – commenta il responsabile scientifico  Giuseppe Cultrera, Fisioterapista e Presidente dell’Associazione ATC – “l'approccio al recupero e al miglioramento funzionale implica quasi sempre attività che coinvolgono l'escursione di segmenti articolari, o attraverso esercizi aspecifici oppure attraverso esercizi finalizzati al raggiungimento di obiettivi funzionali.              L’Approccio Terapeutico Combinato (ATC) in fase valutativa e nel trattamento considera il paziente nel suo insieme, senza distinzioni “ortopedico” o “neurologico”. Il dott. Cultrera ha inoltre sottolineato la necessità di non tralasciare l’inevitabile e importante interrelazione tra le diverse componenti, che concorrono a determinare una disfunzione. Qualunque contatto manuale con il paziente obbliga il sistema nervoso a mettere in atto meccanismi di adattamento. Il Fisioterapista deve essere in grado tanto di cogliere questi adattamenti quanto di indurli e gestirli in maniera appropriata adeguandosi egli stesso alle mutevoli presentazioni cliniche, guidando il paziente verso il più efficace apprendimento motorio. Non cogliere questo aspetto spesso porta a ritardi nel processo di recupero così come ad insuccessi. (prendere un bicchiere, calciare una palla, allenare l'equilibrio etc.).

 

Ilenia parenti, parenti@cefpas.it, Giulia Maggiore, maggiore@cefpas.it      

 

 

  

 

Come si comunica il rischio clinico nell’era delle Fake news: concluso il settimo modulo dell’ executive master sulla comunicazione del rischio clinico


Come si comunica il rischio nell’era delle fake news? Se lo è chiesto per noi Tiziano Trevisan, giornalista professionista, nonché responsabile della comunicazione del Dipartimento di Emergenza della Valle d’Aosta (DERA) e Responsabile della comunicazione della Centrale Unica del soccorso, fornendoci delle risposte, nel corso del  settimo modulo dell’executive master: Risk Communication management, gestire e comunicare il rischio e la crisi in sanità, che si è svolto al Cefpas il 20 e 21 febbraio u.s.

Tema di grande attualità, ha suscitato l’entusiasmo dei corsisti, che hanno partecipato attivamente con proficui interventi. Sono state aperte nuove finestre di significato su termini quali “disinformazione” e “misinformazione”. Sinonimi, termini antitetici o complementari? Dobbiamo attribuire al termine disinformazione il significato di informazione falsa e fuorviante che altera la realtà dei fatti o piuttosto la mancanza di informazione? E la misinformazione?  E’ la diffusione di notizie false posta in essere per noncuranza. A questi e ad altri interrogativi, si è cercato di dare delle risposte.

Proficuo il dibattito che si è generato in aula, dovuto in parte al tema di stringente attualità e in parte agli stimoli forniti dal docente, che hanno animato le due giornate, arricchite dalle interessanti discussioni  e dagli interventi dei corsisti, oltre che dai contenuti trasmessi dal formatore.

 

Luigia Carbone, carbone@cefpas.it

 

 

 

© CEFPAS 2005 - 2018 www.cefpas.it
Tutti i diritti riservati

CEFPAS
Centro per la Formazione Permanente e l'Aggiornamento del Personale del Servizio Sanitario
Cittadella Sant'Elia - via G. Mulè, 1 - 93100 Caltanissetta
tel. 0934.505215-229 fax 0934.591266 P.IVA 01427360852

Questa mail è parte integrante dei servizi offerti da formazione.cefpas.it riservata agli utenti registrati. Se non desideri più ricevere la newsletter del CEFPAS, ai sensi del D. Lgs. 196/2003 - art. 7, fai clic su questo link.