FlashNews

Cefpas FlashNews 14 febbraio 2018

 
Servizio Comunicazione CEFPAS
Cefpas FlashNews 14 febbraio 2018
di Servizio Comunicazione CEFPAS - martedì, 20 febbraio 2018, 10:15
 


Cefpas FlashNews  14 febbraio 2018





Protezione degli animali utilizzati a fini scientifici: corso per tecnici addetti allo stabulario

Caltanissetta, 21 – 22 febbraio 2018

21 febbraio 2018. Segna la data di inizio del primo dei quattro corsi, sui quali poggia l’intero progetto sulla Protezione degli animali utilizzati a fini scientifici. Il corso, che si concluderà il 22 febbraio prossimo è dedicato ai tecnici addetti allo stabulario. L’intero percorso, si concluderà il 17 maggio 2018, con il seminario su “Gli animali usati a fini scientifici: diritto, etica e scienza”.

Il progetto si prefigge lo scopo di formare:  il personale tecnico addetto allo stabulario, i medici veterinari designati per la sperimentazione e l’allevamento ed i medici veterinari addetti alle attività di vigilanza e ispettiva ai temi di etica, diritto e scienza, partendo dal decreto legislativo n. 26 del 4 marzo 2014, che, in attuazione della direttiva 2010/63/UE sulla protezione degli animali a fini scientifici, ha apportato sostanziali modifiche all’insieme delle procedure nell’ambito della progettazione, programmazione e realizzazione dei progetti di ricerca che prevedono l’utilizzo di animali. La normativa prevede, invero, che l’utilizzo degli animali  sia consentito soltanto quando si dimostri e si documenti l’impossibilità di pervenire ai risultati attesi utilizzando altri metodi di sperimentazione scientifica che non implicano l’impiego di animali vivi. L’impiego degli animali nella sperimentazione necessita del perfezionamento delle tecniche di allevamento, di alloggiamento e di cura degli animali, attraverso specifiche conoscenze biologiche e metodologiche, unitamente a quelle procedurali, del regime autorizzativo che disciplina i progetti di ricerca che prevedono l’utilizzo di animali. Senza trascurare il fatto che l’approccio multidisciplinare alla formazione e all’aggiornamento del personale sanitario, impegnato in tale contesto scientifico e normativo, deve essere mirato secondo i ruoli, le competenze e le responsabilità delle figure professionali coinvolte.

Ogni singolo corso sarà rivolto 25 medici veterinari in servizio presso le ASP, designati per la sperimentazione e tecnici addetti allo stabulario di enti e Aziende pubbliche e private.

Il seminario finale sarà invece rivolto ai medici veterinari in servizio presso le ASP, che avranno preso parte ai corsi del progetto.

 

Luigia Carbone, carbone@cefpas.it

 

 

 

 

Executive Master Formazione Formatori in Sanità “L’innovazione nei processi di apprendimento”

Caltanissetta, 14 e  21 febbraio 2018


Il 14 e il 21 febbraio 2018, nell’ambito dell’Executive Master Formazione Formatori in Sanità, si realizzerà il V modulo sulla Innovazione nei processi di apprendimento, con la finalità di approfondire e sviluppare le competenze strategiche più efficaci per lo sviluppo dell’apprendimento. La FAD e l’e-learning sono delle metodologie che favoriscono l’integrazione dei processi formali, non-formali e informali di apprendimento dell’adulto che ha il bisogno di confrontarsi e gestire in maniera proattiva l’avanzamento tecnologico in cui i professionisti della sanità operano quotidianamente. Il Prof. Guglielmo Trentin,  Ingegnere esperto nel settore ricerca “Educational Technology Knowledge Flow and Management”, guiderà a distanza, il gruppo dei 27 partecipanti nell’applicazione degli strumenti on-line per la gestione efficace degli spazi di apprendimento.

Valentina Botta, nella qualità di tutor FAD e Francesco Lantieri, perito informatico del CEFPAS, supporteranno i partecipanti nelle esercitazioni pratiche e nella sperimentazione delle tecniche formative da condividere sulle piattaforme di apprendimento.

Eleonora Indorato, indorato@cefpas.it,

 

 

La   comunicazione  in oncologia e    nelle  conversazioni  di  fine  vita:   verso la conclusione il  percorso formativo del progetto CON.FINE nelle ASP di Messina e Catania

Messina, 15 febbraio  – Catania, 1 marzo 2018


"Come indicato nel progetto del Ministero della salute CON.FINE., l’ottenimento  di un adeguato livello della consapevolezza del malato e dei suoi familiari della prognosi e fase di malattia rappresenta una competenza indispensabile degli operatori soprattutto quando il paziente si trova ad affrontare gli scenari di fine vita e decidere riguardo alle proprie scelte; un momento in cui deve inevitabilmente  fare i conti con se stesso, con i propri desideri, le proprie paure, il proprio mondo interno e  la propria percezione della sofferenza.” Questo è quanto sostiene Anna De Santi, sociologa, coordinatrice di progetti formazione e ricerca Istituto Superiore di Sanità e nel team dei docenti del percorso formativoLa valutazione del benessere mentale attraverso il miglioramento della comunicazione in oncologia e le conversazioni di fine vitarealizzato presso l’ASP di Palermo, Messina e Catania in Sicilia sotto il coordinamento dell’ASP di Trapani e con la collaborazione del CEFPAS.

“Aumentare l’empowerment del paziente – continua Anna De Santi - significa renderlo consapevole di ciò che sta avvenendo dentro e fuori di sè e in grado di decidere in maniera lucida  riguardo alle sue scelte di vivere i momenti ultimi in armonia con i principi ed i valori che lo hanno accompagnato nella propria vita.“

Il progetto formativo CON.FINE,  approvato dal Ministero della Salute e assegnato a 4 regioni con il  coordinamento  della regione Sicilia, si è proposto, al fine di affrontare le problematiche relazionali-comunicative che spesso rappresentano delle vere e proprie barriere per il paziente e la sua famiglia, lo sviluppo di programmi formativi per gli operatori coinvolti riguardanti l’applicazione della metodologia delle conversazioni di  fine vita che, attraverso un aumento della qualità e della quantità delle conversazioni e il  miglioramento della capacità di comunicare degli operatori, permette l’adozione di un modello di cura centrato sul paziente e sul miglioramento della sua qualità della vita residua.

La valutazione del miglioramento delle competenze comunicative e relazionali degli operatori che lavorano nell’ambito delle cure palliative ha previsto anche la formazione all’utilizzo di strumenti e protocolli operativi tra cui il Manuale di valutazione  della comunicazione in oncologia,  le Conversazioni di fine vita,  il protocollo Spikes  (linee guida per dare cattive notizie) e 2 questionari per i caregivers – strumenti che sono già stati sperimentati e adottati in molti centri che ospitano malati in fase terminale e avanzata di malattia,  e si fondano sulla dimostrazione di efficacia degli interventi di comunicazione e di sostegno nel promuovere la soddisfazione dei malati, il ricordo delle informazioni ricevute, l’adesione alla terapia e la qualità di vita di chi assiste e di chi è assistito.

Dopo la conclusione della I edizione del corso in Sicilia presso l’ASP di Palermo nello scorso mese di gennaio, si avviano alla conclusione la II edizione del corso presso l’ASP di Messina che terminerà domani 15 febbraio e la III edizione presso l’ASP di Catania che si concluderà giorno 1 marzo 2018.

Emanuela Arena, arena@cefpas.it,

 

 

 

9.000 operatori sanitari in piattaforma Cefpas E-Learning nel 2017

Cefpas, 2017


Numeri da record quelli della FAD/ E-Learning del 2017. Risultano infatti registrati in piattaforma Cefpas E-Learning quasi 9.000 operatori sanitari, a vario titolo ed a vario livello, coinvolti nei percorsi erogati. Articolati in percorsi a catalogo e percorsi “su richiesta”, le attività formative lo scorso anno hanno quindi registrato una grande partecipazione di aziende sanitarie siciliane (Asp 1, Policlinico Palermo, HSR Cefalù e Oasi di Troina) e di singoli operatori che considerano la fruizione online una possibilità di formazione utile e comoda.

Il livello di motivazione è ancora una volta una variabile importante: ben l’80% degli operatori iscritti aziendalmente (corsi FAD/E-L a richiesta) e che accedono almeno una volta al percorso erogato su piattaforma Cefpas E-Learning completano l’attività, mentre nel caso degli operatori iscritti individualmente ai corsi a Catalogo è di poco inferiore (pari al 71%). Seguono i  grafici relativi: 

 



Al fine di assestare l’esistente e promuovere l’innovazione attraverso la sperimentazione tecnologica, è oggi impegno del Centro ampliare il catalogo esistente e ricorrere all’uso di Sistemi innovativi di streaming video e web seminar. Le nuove progettazioni saranno a breve disponibili su http://formazione.cefpas.it/course/index.php?categoryid=27

 

Maura Cascio, cascio@cefpas.it

 

 

 

© CEFPAS 2005 - 2017 www.cefpas.it
Tutti i diritti riservati

CEFPAS
Centro per la Formazione Permanente e l'Aggiornamento del Personale del Servizio Sanitario
Cittadella Sant'Elia - via G. Mulè, 1 - 93100 Caltanissetta
tel. 0934.505215-229 fax 0934.591266 P.IVA 01427360852

Questa mail è parte integrante dei servizi offerti da formazione.cefpas.it riservata agli utenti registrati. Se non desideri più ricevere la newsletter del CEFPAS, ai sensi del D. Lgs. 196/2003 - art. 7, fai clic su questo link.