C O R S O

  

Le vaccinazioni alla luce del Decreto Lorenzin e il nuovo Calendario Regionale per la Vita in Regione Sicilia”

 

RINVIATO A DATA DA DESTINARSI

 

Obiettivi del corso


L'immunizzazione attiva (vaccinazione) rappresenta attualmente lo strumento più efficace ed efficiente di prevenzione a disposizione della sanità pubblica per il controllo, l'eliminazione o addirittura l'eradicazione delle malattie infettive. Tale pratica comporta benefici non solo per effetto diretto sui soggetti vaccinati, ma anche in modo indiretto, inducendo protezione ai soggetti non vaccinati (herd immunity). Le vaccinazioni infatti costituiscono il mezzo più semplice, efficace e sicuro per proteggere la popolazione, in particolar modo i bambini, contro importanti patologie, per le quali talvolta non esistono terapie efficaci, e gravate da severe complicanze a volte potenzialmente mortali.

Compito dello Stato è quello di perseguire la salute dei cittadini, attraverso degli obiettivi prioritari, che in questo campo, trovano attuazione nel Piano Nazionale Prevenzione Vaccini (PNPV) del Ministero della Salute, documento cha viene predisposto ogni tre anni. Alle Regioni spetta il compito di tradurre in pratica gli indirizzi del PNPV. In particolare la Regione redige il calendario vaccinale, definisce i requisiti di accreditamento dei centri vaccinali, nonché le modalità di sorveglianza dell'andamento delle coperture vaccinali per coorte di età e delle reazioni vaccinali. Le ASP dovranno conseguentemente elaborare ed adottare entro un termine definito un proprio piano attuativo come strumento di programmazione ed organizzazione dell'attività di prevenzione vaccinale sul territorio.

Per calendario delle vaccinazioni si intende la successione cronologica con cui vanno effettuate tutte le vaccinazioni, sia obbligatorie che raccomandate e rappresenta una guida di facile lettura per il personale sanitario (in quanto strumento basilare per rendere operativi i programmi vaccinali e conseguire gli obiettivi delle diverse vaccinazioni) e per le famiglie, ideale per eliminare dubbi sulle date delle vaccinazioni .Il calendario vaccinale va aggiornato periodicamente tenendo conto delle conoscenze scientifiche, della situazione epidemiologica, delle diverse malattie e della loro evoluzione, delle esigenze organizzative e delle nuove preparazioni vaccinali messe a disposizione dall'industria.

Tutto questo con lo scopo di raggiungere e mantenere una protezione globale dell'età infantile e adolescenziale contro quelle gravi malattie prevenibili con una semplice vaccinazione.

Al fine di assicurare la  tutela  della  salute  pubblica  e  il mantenimento di adeguate condizioni di  sicurezza  epidemiologica, in termini di profilassi e di copertura vaccinale, nonché di garantire il  rispetto  degli   obblighi   assunti  a  livello  europeo ed internazionale,  per i minori di età compresa tra zero e sedici  anni, sono state rese obbligatorie e gratuite da quest’anno, in base alle specifiche indicazioni del Calendario vaccinale Nazionale relativo a ciascuna coorte di nascita alcune vaccinazioni con il Decreto Lorenzin del 7 Giugno del 2017. 

L'Assessorato Regionale della Salute della Regione Sicilia, in seguito alla collaborazione con i componenti del Comitato Regionale Vaccini, ha  adottato, con il D.A. n°1965 del 10 Ottobre 2017, il Nuovo Calendario Vaccinale per la Vita, in recepimento del Piano Nazionale di Prevenzione Vaccini 2017-2019.

Le modifiche al Calendario,  sono state rese "operative" su tutto il territorio Regionale a partire dal 10 Novembre 2017, data di pubblicazione del D.A. sulla GURS, e ha confermato il Calendario Siciliano come uno dei più aggiornati e completi a livello mondiale per quanto riguarda l'offerta attiva e gratuita delle vaccinazioni per tutte le età della vita.

Nel corso verranno analizzati i punti focali e le criticità che hanno determinato negli ultimi anni un fenomeno diffuso di “Vaccine Esitancy” (esitazione del vaccino), e perché nei cittadini, proiettati verso una cultura dell'assistenza sanitaria nei confronti della malattia, manchi la consapevolezza dell'importanza dell'intervento vaccinale; l’approccio da adottare non doveva più essere quello coattivo, tipico degli interventi tradizionali di prevenzione, bensì proattivo, di promozione e adesione consapevole da parte del cittadino.

            Nonostante  una robusta normativa a supporto delle vaccinazioni, dall'attività di prevenzione rivolta alle persone (LEA 2002) al Piano Nazionale Prevenzione (PNP 2014-18) al Piano Nazionale Vaccini (PNPV),  non si è fermato il calo delle coperture vaccinali in Italia iniziato dal 2013. Cosa non ha funzionato? Cosa non continua a funzionare?

Con il Decreto Assessoriale pubblicato sulla GURS p.1 n°51 del 24/11/2017 dal titolo ”Approvazione Programma Operativo di Consolidamento e Sviluppo delle misure strutturali e di innalzamento del livello di qualità del Sistema Sanitario Regionale 2016-2018” (POCS) si esamineranno  gli sviluppi di ulteriori strategie per mantenere alta la percezione del rischio delle malattie infettive e l'importanza della pratica vaccinale attraverso attività di sostegno che determinino le condizioni per un miglioramento continuo  della qualità dell'offerta dei servizi. 

Si rappresenterà la contestualizzazione del piano globale nella regione europea, approvato nella 65 Assemblea mondiale di Sanità, implementazione di una visione, espressa da una iniziativa dell'OMS di un mondo in cui l'individuo, indipendentemente da dove sia nato, dove si viva e che sia, possa godere di una vita libera dalle malattie prevenibili da vaccinazione, grazie alla disponibilità dei vaccini, che deve essere garantita dalle Autorità sanitarie.

L'Evap (European Vaccine Action Plan 2015– 2020) è stato sviluppato attraverso un processo consultivo che ha coinvolto il gruppo tecnico europeo sulle vaccinazioni e mira a fornire una guida per la realizzazione dell'obiettivo di una regione libera dalle malattie prevenibili da vaccinazione.

Il corso, progettato in collaborazione con la Sezione Regionale ASNAS (Associazione Nazionale Assistenti Sanitari Sez. Sicilia) è rivolto alla figura professionale dell’Assistente Sanitario e si propone di affrontare aspetti epidemiologici e le idonee misure di prevenzione nei confronti delle malattie infettive prevenibili da vaccino, la cui conoscenza è fondamentale per un informazione appropriata al cittadino e mediante l’utilizzo di strumenti idonei della comunicazione . L’iniziativa  fa parte del piano formativo per l’anno 2017 del CEFPAS rivolto agli Assistenti Sanitari della Regione Sicilia.

 

 

Obiettivo generale:

 

·         Conoscenza del Decreto Legge 7 Giugno 2017 n.73 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale

·         Conoscenza del Nuovo Calendario Vaccinazioni per la Vita Regione Sicilia D.A. n°1965 del 10 Ottobre 2017

·         Conoscenza dei contenuti del PNP 2014-2018 e PNPV 2017-2019

·         Conoscenza della definizione di principi strategie, attività di programmazione e realizzazione degli interventi di comunicazione sulle vaccinazioni e sulla gestione dei flussi di malattie infettive ed in particolare del Morbillo e della Rosolia congenita.

·         Conoscenza delle politiche vaccinali e responsabilità Regionali

·         Conoscenza del Programma Operativo di Consolidamento e Sviluppo (POCS 2016-2018)

·         Conoscenza del Piano di azione Europeo 2015-2020-Evap-obiettivi

·         Conoscenza degli eventi avversi al vaccino

·         Obiettivi del Piano di PNEMoRc Piano eliminazione Morbillo e Rosolia Congenita

 

 

Programma didattico

 

I giornata

 


9.00 – 10.00    Storia delle vaccinazioni: dall’origine ai giorni nostri (G.Brafa)

10.00 – 12.00  Nuovo Calendario Vaccinazioni per la Vita Regione Sicilia (A.Butera)

12.00 – 13.00   Decreto Legge 7 Giugno 2017 n.73 Disposizioni urgenti in materia di    

                        prevenzione vaccinale (A.Butera)

13.00 – 14.00  intervallo

14.00 – 15.00  Piano Nazionale Prevenzione 2014-2018 e Piano Nazionale Prevenzione   

                        Vaccini 2017-2019 (A.Butera)

15.00 – 18.00  Piano Nazionale Prevenzione: Macro Obiettivo 9   (G.Ferrara)

 

 

II giornata

 


9.00 – 10.00    Programma Operativo di Consolidamento e sviluppo (POCS) 2016-2018 (G.Ferrara)

10.00 – 11.00  Obiettivi previsti dal POCS (G.Ferrara)

11.00 – 13.00  Piano d’azione Europeo per le vaccinazioni 2015-2020 obiettivi Evap (G.Brafa)

13.00 – 14.00  intervallo

14.00 – 15.00  PNEMoRc Piano eliminazione Morbillo e Rosolia Congenita (G.Brafa)

      15.00 – 16.00  Vaccinazioni per condizioni a rischio e categorie professionali. Eventi avversi al  

                              vaccino e costi mancata vaccinazione (G.Brafa)

       16.00 – 17.00  Counselling motivazionale alla vaccinazione (A.Butera)

      17.00 – 18.00  Role playing: utilizzo del counselling come strumento di motivazione alla

                        Vaccinazione (A.Butera)

 

 

Test d’uscita

 Valutazione del corso e chiusura.

 

 

 

 

 

Responsabile scientifico:

 


Dott. BUTERA Angelo - Presidente ASNAS Sez.Sicilia

 

 

Docenti:

 

 


Dott. BUTERA Angelo - Azienda Sanitaria Provinciale Palermo-Università degli Studi di Palermo

Dott.ssa FERRARA Giovanna - Università degli Studi di Palermo

Dott. BRAFA Gianflavio – Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa

 

 

Responsabile CEFPAS

 


Dott.ssa Assunta Tolentino

 

Metodologia e Strumenti:

 


Il corso si svolge in due giornate per un totale di 16 ore. La metodologia didattica prevederà sessioni plenarie nelle quali verranno approfondite le tematiche del programma, con spazio per la discussione e confronto/dibattito tra pubblico ed esperto. Alla fine delle sessioni verrà condotto un role playing per l’esercitazione del sapere teorico mediante la metodologia del counselling motivazionale alla vaccinazione. Il CEFPAS attribuisce alla valutazione un ruolo centrale, per migliorare la qualità della proposta formativa e per verificare il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento, l’iniziativa è sottoposta a valutazione di gradimento e di efficacia. Ai partecipanti, pertanto, è richiesto di compilare i questionari ed effettuare la prova finale.

 

Destinatari e modalità d'iscrizione

 


Il corso è indirizzato alla figura professionale di Assistente Sanitario.

Saranno ammessi n.30 partecipanti. Si intendono ammessi a partecipare solo coloro che ne riceveranno comunicazione.

Quota di partecipazione e modalità di iscrizione

Quota di partecipazione: Euro 50,00

Per il personale delle Aziende pubbliche del Servizio Sanitario della Regione Siciliana la partecipazione è gratuita. E’ possibile avanzare richiesta di partecipazione direttamente dal sito del CEFPAS www.cefpas.it

 

Accreditamento ECM


Il CEFPAS, in qualità di Provider Nazionale ECM, ha richiesto l’accreditamento per la figura professionale di Assistente Sanitario. Sono stati attribuiti 16 crediti ECM

 

Attestato di frequenza


 


Al termine del corso  verrà rilasciato un attestato di frequenza.

 

Sede del corso

CEFPAS - Via Mulè  n.1 - C.da Sant’Elia –Caltanissetta