Il Direttore generale di Azienda sanitaria (DG) (art 3 del d. lgs. 502 del 1992 e s.m.i.), riveste un ruolo fondamentale nella governance delle strutture erogatrici delle prestazioni sanitarie poiché investito, in maniera diretta, dagli obiettivi di salute che discendono dalla programmazione regionale.

Il Direttore generale, diventa “attore principale” dei processi di change management orientati al miglioramento del sistema attraverso azioni di razionalizzazione e ri-orientamento delle risorse imposte dal cost saving,. in attuazione agli obiettivi fissati dall'Intesa della Conferenza Stato-Regioni e Province autonome del 23 marzo 2005.

Il corso di formazione dedicato dovrà, pertanto, accompagnare i partecipanti nello sviluppo di competenze manageriali per il raggiungimento degli obiettivi di salute e di funzionamento dei servizi definiti nel quadro della programmazione nazionale e regionale con particolare riferimento:

-          all’efficienza, all’efficacia, alla sicurezza, all’ottimizzazione dei servizi e al rispetto degli obiettivi economico finanziari e di bilancio.

-          alla garanzia dei livelli essenziali di assistenza,

-          all’ ottemperanza degli obblighi in materia di sicurezza, anticorruzione, trasparenza e agli ulteriori adempimenti previsti dalla legislazione vigente.

 

Obiettivi generali e specifici del corso

Il percorso formativo è finalizzato a fornire, nel quadro della vigente normativa sanitaria nazionale e regionale, le competenze manageriali che risultano indispensabili per il governo della complessità e per la gestione del cambiamento in sanità. Il percorso di sviluppo formativo si propone di far acquisire e sviluppare le conoscenze, le competenze e le abilità necessarie, in particolare, per :

  • analizzare gli scenari economici, sociali, politici e istituzionali in cui operano le Aziende sanitarie;
  • pianificare, gestire, valutare e sviluppare l’organizzazione sanitaria;
  • rilevare e rispondere ai bisogni di salute della comunità nel rispetto della soggettività al fine di creare un sistema orientato alla garanzia dei risultati di salute;
  • promuovere e coordinare gli strumenti più appropriati per il funzionamento e l’integrazione delle articolazioni amministrative, tecniche e cliniche dell’organizzazione;
  • favorire nell’organizzazione sanitaria la pratica della valutazione di qualità delle prestazioni, dei servizi e delle relazioni umane e del loro miglioramento continuo;
  • gestire le politiche di informazioni e integrazione dei dati.

 


 

Organizzazione - ruoli e funzioni

  • Il Responsabile scientifico supervisiona l’andamento didattico delle attività ed è il riferimento per la gestione delle criticità; 
  • Il Coordinatore - Tutor monitora l’attività d’aula ed è responsabile degli aspetti formativi ed organizzativi, con particolare riferimento alla uniformità e continuità degli interventi dei diversi docenti;
  • La Segreteria delle Attività Formative (SAF), ha il ruolo di contatto con il cliente; ha il compito di gestire il processo di iscrizione e di caricamento delle domande, in linea con le procedure del sistema qualità del Centro;
  • La Direzione Amministrativa, gestisce aspetti amministrativi, giuridici e contabili garantendo il rispetto delle procedure e delle tempistiche legate al progetto. 

 

Struttura, Durata e Sedi del corso

Il percorso formativo ha una durata di 8 mesi per complessive 200 ore ed affronta le tematiche individuate dal DM Sanità 1° agosto 2000, pubblicato nella GU n.300 del 27.12.2000, dall’Accordo Interreg. 10/07/2003.

Il programma si articola in:

-          24 ore di formazione erogata in modalità FAD, utili per il corretto allineamento delle conoscenze di base sul tema oggetto di studio.

-          144 ore di formazione in aula in moduli di 2 giornate raggruppabili nelle seguenti quattro aree tematiche:

·         gli scenari e fabbisogni di cambiamento in sanità

·         il ruolo di gestione delle organizzazione sanitarie

·         la gestione dei fattori produttivi (persone, tecnologiche e denaro)e gli strumenti per il miglioramento

·         le relazioni con gli stakeholder (azienda, decisori, cittadini, pazienti)

L’attività d’aula prevede altresì 4 seminari tematici su temi di attualità nella sanità.

-          32 ore per lo sviluppo di un progetto di ricerca o di lavoro su un tema trattato durante le attività formative. Il progetto verrà presentato alla commissione per una sua valutazione complessiva.

 

 

Destinatari

Al corso potranno partecipare coloro che sono in possesso dei requisiti indicati dal decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e s.m.i.

Il numero di partecipanti non supererà le 30 unità.

 

 

 

 

Docenti

Saranno individuati sulla base delle competenze possedute e della più elevata qualificazione professionale e/o scientifica, tenendo conto delle specifiche esperienze maturate in ambito manageriale, con particolare riguardo alla gestione e programmazione dei servizi sanitari
Avranno il duplice ruolo di facilitatori del confronto formativo e di esperti dei vari ambiti tematici.

 

 

Metodologia, materiali didattici e supporto informatico

L’efficacia della formazione passa attraverso l’adozione di una didattica centrata sull’utilizzo di metodologie attive e di strumenti operativi funzionali alla valorizzazione delle conoscenze e delle esperienze individuali supportata da:

            - Esercitazioni

            - Casi di studio

            - Autocasi proposti dai partecipanti

            - Role playing

I corsisti, inoltre, avranno a disposizione uno spazio sulla piattaforma e-learning del Centro che, oltre alla fruizione di contenuti formativi on-line e alla consultazione dell’agenda del corso, consentirà il download di documenti e materiale didattico nonché l’implementazione di un Forum multimediale.

 

 Sistema di monitoraggio, valutazione ed esame finale

Il sistema di monitoraggio del corso è basato sui risultati dei questionari di gradimento compilati dai partecipanti alla fine di ogni sessione formativa, sui suggerimenti dei docenti e sulle note del coordinatore.

Il questionario di gradimento tende a raccogliere i giudizi sull’attività formativa con particolare riferimento alla coerenza, alla chiarezza, all’interesse suscitato e all’applicabilità dei contenuti, ai metodi didattici e alla documentazione distribuita.

 

Per quanto concerne la valutazione di apprendimento, anche ai fini della certificazione, i corsisti dovranno presentare un Project Work individuale che sarà oggetto dell’esame finale. Il PW, realizzato sulla base dell’esperienza professionale, sarà valutato, per l’ammissione all’esame finale, da un referee a garanzia della corretta applicazione delle metodologie e degli strumenti proposti.

L’esame finale consisterà in un colloquio, secondo le modalità previste dalla normativa vigente in materia di Formazione Manageriale.

Saranno ammessi all’esame finale i partecipanti che avranno preso parte ad almeno l’80% del corso.

 

 

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione al corso è fissata in € 4.000,00. e sarà a carico dei partecipanti.